Posts contrassegnato dai tag ‘Antifurto’

E’ arrivato il momento di dotare la propria abitazione di un impianto d’allarme, come possiamo scegliere tre le varie offerte e che parametri dobbiamo utilizzare pur non avendo grandi conoscenze in materia?

Anzitutto è bene raccogliere più di un preventivo (ma non troppi, rischiereste di entrare in un vortice di prodotti dal quale difficilmente uscireste), se non avete le idee chiare, fatevi consigliare dal tecnico sulla migliore soluzione attuabile, fatevi sempre consegnare il preventivo di persona e discutetelo con l’installatore.

Raccolte le offerte, il primo parametro per valutarle correttamente è assicurarsi che dal punto di vista tecnico si equivalgano, controllate quindi, numero di rivelatori interni/esterni, contatti ecc, tastiere ecc, combinatore telefonico normale o GSM, scheda vocale se presente, possibilità di interazione remota con il vostro impianto o meno ecc ecc.

Le marche proposte: al giorno d’oggi l’affidabilità della grande maggioranza dei prodotti sul mercato è ottima, assicuratevi quindi soprattutto che l’installatore conosca bene pregi e gli eventuali difetti di quanto proposto e che sia in grado di assicurarvi continuità nel tempo (è fondamentale il rapporto tra azienda ed installatore) e che soddisfi a pieno le vostre esigenze con un occhio di riguardo verso applicazioni future (un buon sistema deve essere migliorato nel tempo per garantirvi sempre buona sicurezza).

Se avete chiesto una protezione esterna fate molta attenzione, moltissimi prodotti sono ormai obsoleti e “superarli” per un intruso è quasi banale, il tecnico deve essere in grado di conoscere il principio di funzionamento dei prodotti proposti (ma anche degli altri) i loro limiti e consigliarvi quello più adatto alle vostre esigenze con coscenza.

Il tecnico installatore deve essere preparato e conoscere bene il settore, deve insomma preferibilmente fare questo di mestiere per poterlo fare bene ed essere aggiornato sulle novità del settore per offrirvi prodotti all’avanguardia, inoltre deve darvi garanzia di controlli periodici. Preferite chi dispone di sistema di ricezione e gestione dei guasti.

Annunci

Forse non tutti sanno (e altri non lo dicono) che è buona norma testare periodicamente il nostro impianto d’allarme dato che guasti di varia natura e origine possono comprometterne il buon funzionamento senza che ce ne possiamo accorgere. Alcuni produttori (ma non tutti) si premurano di scrivere nei manuali destinati all’utilizzatore finale la dicitura “test monthly” o addirittura “test weekly” cioè testare mensilmente o settimanalmente. Ora, siamo certi che quasi nessuno avrà la cura di compiere una simile operazione ma poi non lamentiamoci degli eventuali “blocchi” dell’impianto, se non vogliamo o non possiamo occuparcene, preoccupiamoci almeno di incaricare un installatore a compiere le verifiche di rito. Vedi anche questo articolo.

E’ buona norma fare eseguire le necessarie verifiche e manutenzioni programmate periodicamente, vedi articolo, ma qualora questo non fosse possibile vi consigliamo, almeno prima delle vacanze di contattare l’installatore di fiducia o l’azienda intallatrice del vostro sistema antifurto per i controlli di rito per evitare che proprio durante le meritate vacanze il vostro impianto inizi a suonare ininterrottamente disturbando il vicinato ed interrompendovi il meritato riposo qualora foste raggiungibili.

Le operazioni sono poche e realizzabili in un tempo variabile a seconda della complessità del vostro impianto e si possono riassumere in:

Verifica ed eventuale sostituzione batterie in tampone, verifica alimentatori, verifica funzionamento  e pulizia rivelatori, verifica funzionamento segnalatori acustici e telefonici, controllo di tutte le connessioni, prove generali.

Abbiate cura del vostro impianto, vi ripagherà con gli interessi 😉